I miei consigli per isolare la casa dal freddo

Titolare di una società specializzata nell’edilizia, ho deciso di parlavi in quest’articolo dell’isolamento termico della casa. Gli esperti consigliano una temperatura ambiente uguale a 19 gradi. Le operazioni da eseguire per raggiungere i 19 gradi senza disperdere il calore dei sistemi di riscaldamento dipendono dell’anno di costruzione dell’edificio e dei materiali utilizzati. Tuttavia, alcune operazioni non necessitano l’intervento di un esperto. Ecco qui sotto alcuni consigli per isolare termicamente la propria casa.

Isolare le finestre e le porte per limitare la dispersione di calore

Secondo me, bisogna innanzittutto isolare le finestre e le porte poichè sono loro a far entrare l’aria, e quindi il freddo, nell’abitazione. Per quanto riguarda le finestre, vi consiglio di sostituire le finestre a singolo vetro con delle finestre a doppie vetro.

salotto-isolamento

Le finestre causano una grande dispersione di calore

Se preferite non chiamare operai specializzati, potete anche applicare delle strisce isolanti sui bordi delle finestre. Anche le persiane sono  imporanti in quanto rafforzano l’isolamento termico d’estate, ma anche d’inverno. Isolate anche la porta disponendo vecchi panni in basso alla porta.

Fare dei lavori per isolare muri, pareti, e tetto

Un esperto comincierà con un esame approfondito della casa in modo da individuare le zone che causano dispersioni di calore. Sarà poi necessario tappare i bucchi grazie a materiali accessibili oppure grazie a pannelli semi-rigidi da applicare sulle pareti per isolarle. Bisogna anche agire sull’esterno sistemando pannelli di polistirene o di lana di vetro sui muri esterni.

Buono a sapersi : il tetto è responsabile del 40% della dispersione del calore

Altri piccoli trucchi

Oltre a questi consigli, potete anche approffittare della cottura dei vostri alimenti per aprire le porte della cucina affinchèla temperatura salga

E per non spendere troppo, riscaldate solo le stanze dove vi trovate !

Latest Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *